Onoranze funebri: a chi spetta il pagamento a Napoli e in tutta Italia?

Onoranze Funebri Reale - Come valutare un servizio
Pompe funebri a Napoli: come valutare un servizio
7 aprile 2017
Onoranze Funebri Reale - Trasportare resti mortali fuori Napoli
Imprese funebri: trasportare resti mortali fuori Napoli
10 aprile 2017

Onoranze funebri: ma il  pagamento a chi spetta? A Napoli e in tutta Italia, la legge regolamenta questo passaggio. Ecco, quindi, un piccolo vademecum da tenere a mente per evitare inutili preoccupazioni.

Prendersi cura di qualcuno fino alla fine è un atto d’amore che conferma il legame profondo con chi ci ha lasciati, ma orientarsi fra le norme burocratiche non sempre è semplice, soprattutto quando ci sono di mezzo i sentimenti.  Ecco perché occorre avere riferimenti certi.

Come in ogni situazione, anche nel caso di un funerale, uno degli argomenti più spinosi risulta la divisione degli oneri.

A chi spetta, quindi,  per legge l’adempimento delle spese relative al servizio di onoranze funebri?

Secondo la Giurisprudenza Italiana, il pagamento del funerale o della cremazione è l’espressione di un dovere morale e civile per i membri della famiglia e diventa fattore ancor più importante in caso di eredità.

Sono gli eredi, cioè, ad essere obbligati al pagamento delle spese del servizio funebre. La rinuncia all’eredità, quindi, può far decadere gli oneri relativi al pagamento delle spese sostenute.

Allo stesso tempo però, proprio perché ad essere chiamati in causa in questo ambito sono i familiari del defunto, il pagamento di funerale e cremazione non comporta tacito assenso nell’accettazione di un’eredità.

Per quanto riguarda la distribuzione delle spese, fa fede quanto riferisce l’articolo 752 del Codice Civile , laddove le spese per il funerale vengono classificate come debiti ereditari. Ecco il testo: “I coeredi contribuiscono tra loro al pagamento dei debiti e pesi ereditari in proporzione delle loro quote ereditarie, salvo che il testatore abbia altrimenti disposto.

In pratica a ciascun erede spetta una quota  spese, proporzionale alla sua quota ereditaria.

In ogni caso, fondamentale risulta la fattura relativa alle spese funebri sostenute, che dovrà essere presentata all’apertura della successione ai fini della dichiarazione di successione. Solo allora sarà possibile chiedere il rimborso per le  eventuali spese sostenute in eccesso.