Onoranze funebri: documenti per il funerale

Onoranze Funebri Reale - Trasportare la salma dall’estero a Napoli
Onoranze funebri: trasporti dall’estero a Napoli
7 aprile 2017
Onoranze Funebri Reale - Come valutare un servizio
Pompe funebri a Napoli: come valutare un servizio
7 aprile 2017

Subito dopo la scomparsa di chi amiamo, occorre farsi un po’ di coraggio ed occuparsi di alcune procedure burocratiche indispensabili per poter organizzare il funerale. In molti casi, le agenzie di onoranze funebri possono aiutarvi nel disbrigo di parte di queste pratiche, ma soprattutto a Napoli, in una città complessa dal punto di vista burocratico, è sempre bene sapere quali saranno i documenti che occorrono.

Andiamo comunque con ordine e cerchiamo di vedere nel dettaglio cosa occorre fare.

Il primo documento necessario è la Constatazione di decesso.

Per quello, però, non occorrono procedure particolari: sarà il Medico di base a fare tutto, oppure in una grande città, il Medico di Stato Civile del Comune.

Il medico di base si occuperà anche di compilare il certificato ISTAT, un altro passo indispensabile prima della sepoltura.

Poi occorreranno la Dichiarazione  di Morte al Comune e il Permesso di sepoltura.

È proprio per compilare la Dichiarazione di Morte, che occorre la Constatazione di decesso.  Una volta ottenuto il documento dal Medico di base, quindi, occorrerà portarlo in Comune insieme alla Carta di Identità del defunto. Sarà poi lo stesso Comune di residenza del defunto a trasferire i dati a quello di appartenenza di chi ci ha lasciati.

Per i residenti a Napoli che non volessero delegare ad un’agenzia di onoranze funebri queste pratiche, è bene sapere che l’atto di decesso va sempre richiesto in più copie. Parte di questi documenti  infatti, serviranno anche  per aprire le pratiche di successione.

L’ultimo passo, prima di poter organizzare le esequie, è quello di ottenere il Permesso di Sepoltura, che oggi prende il nome di Autorizzazione all’inumazione. Questo documento deve essere rilasciato dal Comune di residenza del defunto tramite l’Ufficiale di Stato Civile, non prima che siano trascorse 24 ore dal decesso e, comunque, sempre in presenza dei documenti di cui abbiamo parlato finora.

Anche di  questa procedura non è necessario prendersi carico, ma basta affidarsi ad un’agenzia seria di onoranze funebri.

In ogni caso, per essere sicuri dei servizi funebri forniti da una ditta, è sempre bene chiedere in anticipo le competenze offerte  (magari al momento dei primi contatti) in modo da non avere sorprese.