Onoranze funebri: perchè scegliere la cremazione a Napoli

Onoranze Funebri Reale - Organizzare un funerale laico a Napoli
Servizi cimiteriali Napoli: organizzare un funerale laico
10 aprile 2017

Cremazione o inumazione? Non è un consiglio che si chiede ad un’agenzia di onoranze funebri.

Di solito quando ci si trova a dover organizzare un funerale, le idee di chi non c’è più (o della sua famiglia) sono già chiare. A Napoli la pratica più diffusa è quella dell’inumazione, ma le cremazioni sono in aumento. Ecco perché e cosa fare per utilizzare questo servizio.

Se in Europa la scelta della cremazione riguarda anche il 40 % della popolazione, l’Italia si attesta ancora al 15%.
A fare la differenza, spesso ci sono le motivazioni religiose. Per anni la chiesa cattolica non ha visto di buon occhio questa pratica e, anche se oggi molte posizioni sono state riviste, continua ad esserci molta diffidenza.

La scelta della cremazione, però, non è dettata solo da convinzioni filosofiche: ecco tutte le possibili motivazioni.

In primis l’opzione cremazione viene valutata per  motivazioni economiche. La possibilità di disperdere le ceneri di un defunto abbatte i costi di tombe di famiglia e loculi.

Ancora: le motivazioni sociologiche e ambientaliste. Non occupare spazi che possano essere destinati ad altri usi per il pianeta e rientrare nel naturale ciclo della vita prima possibile, sono nella top list delle linee guida che spingono alla scelta della cremazione.

Per finire ci sono le motivazioni sociologiche, legate alla libertà di poter scegliere dove lasciar andare i propri resti: non necessariamente in un cimitero.

Sarà importante, però, che a scegliere sia stato il defunto e che, lui stesso, abbia espresso in vita il suo parere favorevole alla cremazione, iscrivendosi ad una Società per la Cremazione.
L’iscrizione ad una So. Crem, secondo la legge italiana, è prova della volontà di aderire a questo tipo di pratica.
Nel caso in cui il defunto non risulti iscritto ad una Società per la Cremazione, sarebbe meglio affidarsi ad un’agenzia di onoranze funebri, per velocizzare l’iter burocratico.

Per far da sé, invece, occorrerà che venga inoltrata domanda all‘Ufficio di Stato Civile del Comune di Residenza del defunto (nel nostro caso al Comune di Napoli). La richiesta dovrà essere effettuata dal coniuge, oppure da tutti i figli, oppure dai parenti più prossimi dello scomparso, ma in casi come questo tempi si allungano di molto.